Campionato d'Italia di sci nordico paralimpico, in pista anche Gianfranco Paglia

Martedì 27 Febbraio 2024
Video

L'ufficiale italiano: lo sport abbatte le barriere, la disabilità non è un limite

Milano, 27 feb. (askanews) - Il Tenente Colonnello dell'Esercito, Gianfranco Paglia, Medaglia d'oro al Valor Militare e capitano del Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa, scende in pista per la gara sprint di 800 metri dei Campionati d'Italia di sci nordico paralimpico, previsti il 1 e 2 marzo ad Armentarola, come fatto già l'anno scorso.

Gareggerà con gli atleti della nazionale paralimpica si serie A e B, mentre sabato 2 marzo, parteciperà alla competizione promozionale che lo vedrà percorrere 5km in un percorso ad hoc.

L'atleta arriva a questa gara dopo un lungo allenamento che l'ha visto impegnato nell' "Ora no limits" di novembre, evento molto emozionante e sentito da tutto il gruppo dello sci nordico e ha visto l'ufficiale italiano percorrere 5,7 km in un'ora in condizioni di neve molto lenta. Dopo un breve periodo di riposo, ha iniziato la preparazione verso il campionato italiano.

La sfida dapprima dell'ora con un evento tutto suo e poi della Coppa Italia hanno richiesto grande impegno e grande sacrificio quotidiano e ad oggi si possono vedere i frutti. Durante quest'anno enormi sono stati i miglioramenti atletici e di risultati sugli sci malgrado manchi ancora il seggiolino definitivo adatto alla lesione così particolare.

È il primo tetraplegico al mondo che si avvicina a questa disciplina sportiva e che, con i giusti adattamenti, riesce a competere al fianco degli altri concorrenti cercando di lanciare un forte segnale di inclusione.

"In qualità di coordinatore tecnico responsabile del settore paralimpico di sci nordico posso confermare - ha dichiarato il suo istruttore Fisip, Paolo Marchetti - che abbiamo raggiunto importantissimi risultati sia in vista della crescita del movimento sia in vista dei risultati agonistici che hanno visto i nostri atleti ben figurare in tante gare di vario livello sia nazionale che internazionale. Tra queste competizioni ha sempre ben figurato il Ten. Col. che, con al fianco i compagni sia civili che militari ha reso onore alle varie competizioni difendendosi e contribuendo alla crescita del movimento. La strada sarà ancora molto lunga ma con la sinergia attuale non vedo limiti nel raggiungere i risultati che ci siamo prefissi assieme".

"Lo sport abbatte le barriere - ha aggiunto il T. Col. Paglia - il mio impegno vuole essere una testimonianza affinché nessuno consideri la disabilità un limite ed è un appello alle Istituzioni perché si adoperino per migliorare la qualità della vita, abbattendo le barriere architettoniche e consentendo una maggiore autonomia".

Ultimo aggiornamento: 12:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci