Giacomo Urtis: «A 6 anni fui molestato, ora voglio due figli con la maternità surrogata. Corona? Mi ha chiesto di sposarlo»

Lunedì 27 Novembre 2023, 15:55

Il lavoro

Per quanto riguarda i suoi progetti futuri, Urtis svela di aver già un programma televisivo in cantiere: «Il prossimo anno farò una docu-serie sulla mia vita che andrà in onda su una grande piattaforma. Quest'anno mi sono fermato per fare il mio lavoro che amo molto, adoro fare il medico ma amo anche cantare. Sono sei anni che faccio canzoni e sono stato su palchi importanti come quello di 'Battiti Livè. Da un anno ho lasciato tutto ma già mi hanno chiesto di fare delle canzoni per la prossima estate - aggiunge - Mi avevano chiesto anche di fare una canzone natalizia ma ho rifiutato la proposta per i troppi impegni lavorativi. Da gennaio però riprendo tutto e vado a registrare, perché fare il cantante è un lavoro ed è difficile conciliare la mia professione di medico con tutti gli altri lavori che mi appassionano. Io sono un tipo multitasking - dice il chirurgo - amo fare il medico e nel weekend mi piacerebbe fare anche musica e un pò di cinema, altra mia grande passione, ma in Italia a differenza di quanto avviene in America, se tu fai un lavoro devi morire facendo solo quello ed è un vero peccato». Infine a chi lo accusa di fare solo del trash, Urtis risponde: «Alcune cose le faccio per ridere, è anche un modo per farmi un pò di pubblicità, sono molto attivo sui social e sono anche molto amato, non ci vedo niente di male», conclude.

© RIPRODUZIONE RISERVATA