Filippo Turetta, il primo giorno di carcere. Il colloquio con il frate cappellano: ha chiesto dei libri da leggere

Domenica 26 Novembre 2023, 20:05 - Ultimo aggiornamento: 27 Novembre, 14:34

Stare zitto o confessare

La sua scelta di stare zitto o di confessare, anche aiutando le indagini, potrebbe influire sulla sua posizione nel processo che verrà, per la concessione o meno di attenuanti. A chi si è occupato di lui durante la prima notte e il primo giorno in carcere a Verona, così come ieri quando è arrivato dopo l'estradizione dalla Germania, è apparso sempre dimesso, di poche parole.

© RIPRODUZIONE RISERVATA