Malattie gastrointestinali, Fionda: «Impegno grazie a 4 studi internazionali»

Lunedì 22 Gennaio 2024
Video
"L'impegno dell'azienda nell'ambito di malattie gastrointestinali è molto profondo, Takeda è presente in questo ambito da almeno trent'anni ed è stata pioniera, abbiamo una lunga tradizione che intendiamo proseguire: l'azienda è molto concentrata sulla ricerca di nuovi meccanismi di azione, attraverso un processo di scouting di nuovi prodotti - si pensi solo che ci sono 40 nuove entità molecolari in studio - e sull'ottimizzazione di meccanismi noti che necessitano ancora di soluzioni terapeutiche, com'è il caso della pouchite". Lo ha detto Alessandra Fionda, Medical & Regulatory Head di Takeda Italia, a margine dell'evento Made for More, organizzato a Roma alla presenza e con la partecipazione di circa 300 clinici. "Siamo riusciti a portare gli studi internazionali in Italia e a coinvolgere diversi centri, in particolare ci sono 4 studi internazionali che vedono coinvolti una trentina di centri". ROMA (ITALPRESS) 

f04/xi2/fsc/gsl]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci