Eutanasia sui bambini (incurabili), via libera alle legge in Olanda: «Servirà l'ok di entrambi i genitori»

I medici dovranno certificare che la sofferenza del bambino sia insopportabile e che non vi sia alcuna possibilità di cura o di trattamento per alleviare il dolore

Venerdì 14 Aprile 2023
Eutanasia sui bambini (incurabili), via libera alle legge in Olanda: «Servirà l'ok di entrambi i genitori»

In Olanda il consiglio dei ministri ha deciso il via libera all'eutanasia per i bambini affetti da malattie incurabili nell'età compresa tra uno e dodici anni, sanando così un vuoto normativo che, a detta dei medici olandesi, stava creando ingiustizie e dolore ampiamente evitabili a pazienti e genitori. La nuova legge è in linea con le proposte pubblicate l'anno scorso dal ministro della Salute Ernst Kuipers.

Eutanasia, Nathalie vittima di uno stupro ottiene il via libera in Belgio: «Dolore insostenibile, sono morta dal 2016»

È stato proprio Kuipers, nel corso di un colloquio con i parlamentari, ad annunciare che intende «estendere e rivedere» il protocollo, valido finora solo per i neonati, per coprire anche i bambini di età non superiore ai dodici anni che soffrono in modo insopportabile e per i quali le opzioni di cure palliative non sono sufficienti ad alleviare i sintomi.

Una condizione tremenda che, secondo il ministero, colpisce tra i 5 e i 10 bambini all'anno. «Si tratta di una questione particolarmente complessa che riguarda situazioni molto dolorose», ha dichiarato il ministro, ripreso da DutchNews. «Sono lieto che, dopo un'intensa consultazione con tutte le parti coinvolte, abbiamo raggiunto una soluzione per aiutare questi bambini, i loro genitori e anche i loro medici».

Eutanasia sui bambini, cosa prevede la legge olandese

La legge olandese, infatti, fa valere il protocollo sull'eutanasia per gli adulti anche per i ragazzi che abbiano compiuto i dodici anni di età. Ma da anni i medici chiedevano regole chiare per i piccoli pazienti sotto soglia: i pediatri temono che una modifica della legge possa polarizzare il dibattito quando, invece, sono necessarie soluzioni pratiche per il disagio dei bambini. L'eutanasia sarà dunque possibile solo quando sarà l'unica opzione per porre fine alle sofferenze dei piccoli.

«Stiamo parlando di bimbi incurabili, per i quali la morte è inevitabile e arriverà presto», ha detto Kuipers. La procedura dovrà ovviamente seguire delle regole ferree. I medici, tanto per cominciare, devono essere convinti che la sofferenza del bambino sia insopportabile e che non vi sia alcuna possibilità di cura o di trattamento per alleviare il dolore. La possibilità dell'eutanasia deve poi essere discussa con i genitori ed entrambi devono dare il loro consenso. I medici dovranno infine consultare almeno un dottore terzo, slegato dal paziente in questione, che valuterà se tutti i criteri sono stati soddisfatti prima di dare il nulla osta. Un sondaggio condotto su 72 medici ha indicato che la stragrande maggioranza ritiene accettabile porre fine alla vita di bambini sotto i dodici anni in condizioni di sofferenza acuta, su richiesta dei genitori, e che una nuova legge dovrebbe consentirlo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA