Maltempo in Veneto e Fvg: violenti temporali e fiumi a rischio, scatta una nuova allerta idrogeologica

Giovedì 30 Maggio 2024 di Redazione web
Vicenza ridotta come una risaia, le foto dall'alto dopo il maltempo di dieci giorni fa

VENEZIA - La Protezione Civile del Veneto ha emesso un nuovo avviso di criticità, dalla mezzanotte di oggi, 30 maggio, alle ore 20 di domani, che eleva l'allerta idrogeologica per temporali a «gialla» in tutti i bacini del territorio. Nel bacino del Basso Brenta-Bacchiglione viene indicato lo stato di preallarme per criticità idrogeologica e idraulica. In particolare l'allerta idraulica «arancione» è riferita al bacino del Muson dei Sassi, dove è possibile il superamento della seconda soglia idrometrica.

La criticità idraulica prevista sul resto dei bacini è gialla (attenzione), escluso l'Alto Piave (verde). Il preallarme riguarda i bacini del Piave Pedemontano e Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, stato di attenzione (gialla) sul resto dei bacini regionali. Sono state inoltre segnalate problematiche di dissesto arginale lungo il tratto terminale dell'Adige.

In caso di temporali lo scenario sarà caratterizzato da fenomeni intensi e in rapida evoluzione. Nelle zone in allerta idraulica si potrà registrare l'innalzamento dei livelli dei corsi d'acqua principali, con probabile superamento della prima soglia idrometrica dell'alveo.

MALTEMPO AL NORD

Al Nord, la giornata di domani (venerdì 31 maggio) sarà caratterizzata da una diffusa instabilità su Lombardia, Triveneto ed Emilia Romagna già dalla notte, con rovesci e temporali anche forti, accompagnati da locali grandinate, nubifragi e colpi di vento. Questi fenomeni saranno particolarmente intensi su est Lombardia, ovest Emilia, alto Veneto e Friuli Venezia Giulia. Anche il Nordovest potrebbe vedere qualche pioggia o temporale. Le piogge persisteranno fino a fine giornata su Friuli Venezia Giulia e Veneto orientale. Al Centro, invece, qualche rovescio interesserà l'alta Toscana nel corso della giornata. In Campania, qualche pioggia al mattino ma non intensa come quella degli scorsi giorni.

PREOCCUPA IL MUSON

Torna a preoccupare il canale Muson dei Sassi nella zona tra Castelfranco (Treviso) e Camposampiero (Padova) per il quale la Protezione civile regionale del Veneto segnala un’allerta arancione dal momento che “è possibile il superamento della seconda soglia idrometrica, in considerazione delle precipitazioni occorse e previste” e non si esclude una possibile inondazione delle aree limitrofe. Due settimane fa il suo argine sinistro aveva ceduto, inondando case e campi attorno, e la settimana scorsa ha costretto vigili del fuoco e genio militare a pompare acqua dal nuovo al vecchio alveo per oltre 24 ore di fila per scongiurare il ripetersi dell’inondazione. Il meteo prevede infatti nuove precipitazioni, anche intense, in gran parte della regione almeno fino a domani sera e la soglia di preallarme riguarda anche il tratto pedemontano del Piave, il Brenta, il Bacchiglione, l’Alpone e il tratto terminale dell’Adige in zona Rosolina (Rovigo) che da giorni fatica a scendere di livello e dove si segnalano argini cedevoli che sono stati chiusi per motivi di sicurezza.

VICENZA RIAPRE IL CENTRO OPERATIVO

Il sindaco di Vicenza Giacomo Possamai ha riaperto oggi il Centro operativo comunale (Coc), in forma ristretta presso il comando della polizia locale, per il monitoraggio notturno della situazione, alla luce delle previsioni meteorologiche che da questa sera fino alla serata di domani, 31 maggio, annuncia tempo instabile e perturbato, con precipitazioni localmente abbondanti. Per il bacino idrografico di Vicenza questi fenomeni potrebbero innescare criticità di tipo idrogeologico alla rete secondaria (stato di preallarme arancione). Per i fiumi principali, la Regione ha disposto lo stato di attenzione (giallo) per criticità idraulica. Sono stati preallertati il gruppo comunale di protezione civile, Amcps e Viacqua, pronta ad attivare le idrovore di viale dello Stadio e via Leoni in caso di necessità. 

Ultimo aggiornamento: 31 Maggio, 09:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci