Giulia Cecchettin e Filippo Turetta, ex fidanzati scomparsi: l'auto fotografata dalle telecamere tra Veneto e Friuli

Giulia e Filippo irrintracciabili da sabato sera. Si erano lasciati in agosto ma lui sembra che non avesse accettato la rottura, anche se erano rimasti in buoni rapporti

Lunedì 13 Novembre 2023 di Redazione Web
Giulia Cecchettin e Filippo Turetta

VIGONOVO/TORREGLIA - Gli ex fidanzati Giulia Cecchettin e Filippo Turetta, 22 anni entrambi, potrebbero essere diretti in Friuli. I due giovani, scomparsi la sera di sabato 11 novembre, erano sulla Fiat Punto nera di lui e la targa è stata riconosciuta dalle telecamere di diversi comuni al confine tra Veneto e Friuli Venezia Giulia, in provincia di Pordenone.

Giulia e Filippo, ex fidanzati scomparsi

La Prefettura di Venezia ha attivato la procedura per le persone scomparse, in campo ci sono i carabinieri, le unità cinofile e i vigili del fuoco con l'elicottero. Sono ore di apprensione per entrambe le famiglie: lo zio di Giulia, Andrea Camerotto, ha diffuso diversi post sui social per trovarli mentre la famiglia di Filippo ha perlustrato le zone dove lui di solito andava a passeggiare. Gli stessi genitori del ragazzo, che hanno presentato denuncia di scomparsa ai carabinieri della stazione di Teolo, avrebbero descritto il figlio come «preoccupato» per la rottura decisa da Giulia.

La sera di sabato 11 novembre Giulia e Filippo si sono visti. I due avevano avuto una storia d'amore in passato ma si erano lasciati da buoni amici e continuavano a frequentarsi. Quella sera lui è andato a prenderla, hanno mangiato al centro commerciale Nave de Vero di Marghera. Poi il buio. L'ultimo messaggio di Giulia alla sorella è delle 22.43, uno scambio di battute, del tutto spensierato, su capi di abbigliamento, mentre l'ultimo aggancio del cellulare è stato localizzato a Fossò. Gli investigatori stanno vagliando attentamente la testimonianza di un vicino di casa dei Cecchettin, che sabato notte avrebbe udito delle urla provenire da quella stessa macchina, ferma nel parcheggio davanti alla casa della giovane, a Vigonovo. Secondo il testimone, la vettura - corrispondente alla Punto nera - è poi ripartita dal parcheggio, allontanandosi. Uno zio della ragazza, riferendosi alla medesima - e per ora unica - testimonianza, ha sostenuto che se la nipote è stata sentita gridare è perchè «qualcuno la stava trattenendo». Che all'interno dell'auto ci fossero Giulia ed il suo ex, che litigavano, è però una supposizione.

I carabinieri non tralasciano alcuna pista. Fonti investigative sottolineano che lo stesso papà di Giulia, pur nutrendo sospetti su quello che potrebbe esser successo, non ha ancora perso le speranze di trovare i due ragazzi vivi.

L'amore finito

Giulia e Filippo si sono innamorati all'università. Entrambi studenti di Ingegneria biomedica, si sono però lasciati in agosto. Ma i rapporti sono rimasti buoni, hanno continuato a frequentarsi anche in gruppo, con gli altri compagni di studi. E proprio i loro amici raccontano che nelle ultime settimane non hanno notato nulla di strano, almeno nulla che potesse far presagire qualche atto di follia. Giulia deve laurearsi giovedì mentre Filippo era un po' più indietro negli studi. Una situazione che gli pesava, al punto da andare dallo psicologo dell'università per parlare degli esami. Ora nella mente c'è di tutto: dalla fuga per un amore riacceso a ben di peggio.

Ultimo aggiornamento: 14 Novembre, 06:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci