Badia Polesine. Ladri svaligiano la casa mentre il proprietario è a prendere le medicine per la convivente appena tornata dal pronto soccorso

Domenica 26 Novembre 2023 di Federico Rossi
Badia Polesine. Ladri svaligiano la casa mentre il proprietario è a prendere le medicine per la convivente appena tornata dal pronto soccorso

BADIA POLESINE (ROVIGO) - Ancora una casa messa a soqquadro dai ladri a Badia Polesine. È stata una brutta esperienza quella vissuta da una donna che nei giorni scorsi ha ricevuto la sgraditissima visita quando era ancora giorno e stava riposando nella propria abitazione.
L’episodio, stando al resoconto fatto, è capitato nel tardo pomeriggio di martedì, all’imbrunire, in via Santa Rosa. Coloro che hanno agito si sarebbero introdotti nell’abitazione sottraendo diversi oggetti, anche di valore, e provocando danni. A raccontare l’accaduto è il convivente della donna, che si era assentato pochi minuti per andare a prendere dei farmaci, dopo che la donna era stata per diverse ore al Pronto soccorso a Legnago.


IL RACCONTO
«La mia signora era distrutta e l’ho portata a casa a dormire – racconta Manlio Chiarello, il convivente -. Io ero andato a prendere le medicine prescritte. Era pomeriggio, e quando sono rientrato ho notato subito qualcosa di strano: ho visto che in una stanza c’erano dei calzini spaiati, e nella sala pezzi di legno e tracce di terra che non potevo aver lasciato io, la porta del terrazzo era sventrata. A quel punto ho fatto il giro di tutta la casa per vedere cosa fosse successo e mi sono accorto che qualcuno doveva essersi avvicinato anche al letto perché c’era un portagioie. Tutto si deve essere svolto davvero nel giro di poco tempo, in una mezzoretta circa in tutto. A quel punto, ho subito chiamato i carabinieri».
Se non altro, la donna che si trovava nell’abitazione, non si sarebbe accorta immediatamente dell’accaduto, ma le conseguenze, dell’intrusione sono apparse significative: «Hanno portato via di tutto e di più, bracciali e catene in argento e oro, ma manca anche una collana berbera che la mia convivente ricevette in regalo dal figlio. Alla visita dei ladri, si è aggiunto questo trauma». 
Oltre a quanto sottratto ci sono poi i costi sostenuti per le riparazioni come l’intervento immediato per una prima riparazione della porta finestra. «È possibile che fossero almeno in due – conclude l’uomo – in quanto per arrampicarsi sul balconcino qualcuno doveva fare da scaletta». 

Ultimo aggiornamento: 28 Novembre, 08:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci