Elezioni, parte dal Veneto l'appello a candidare anche i disabili: «Riservando una quota azzurra»

A chiederlo è Luca Lapo, il vice responsabile disabilità ed equità sociale per la Regione Veneto di Fratelli d'Italia

Domenica 3 Marzo 2024
Elezioni, parte dal Veneto l'appello a candidare anche i disabili: «Riservando una quota azzurra»

VENEZIA - Prevedere anche una quota di disabili tra le candidature per le prossime elezioni. A chiederlo è Luca Lapo, il vice responsabile disabilità ed equità sociale per la Regione Veneto di Fratelli d'Italia. «In Italia - scrive in una nota - ci sono molte persone diversamente abili che vengono definite come 'soggetti da tutelare e da aiutare'.

Spesso invece sono lasciati nei lembi del dimenticatoio e/o strumentalizzati».

«Un'azienda che ha da 15 a 35 dipendenti ha l'obbligo di assumere un soggetto disabile», ricorda l'esponente di FdI che sottolinea come il disabile sia «una persona attiva e volenterosa di far parte di una società che spesso non si rivela pronta ad accoglierlo». «Sarebbe auspicabile - scrive Luca Lapo - per una questione d'uguaglianza che anche la nostra classe politica potesse destinare una 'quota azzurra' (distintivo dei disabili) laddove garantisce già una 'quota rosa'». «Questo - osserva - permetterebbe al soggetto disabile che vive in prima persona il disagio della disabilità, di poter realmente aiutare con nuove soluzioni quella parte di popolazione che tuttora non viene considerata alla pari della persona abile». «Vorremmo solo che si considerasse una dovuta uguaglianza - è il suo appello - in tutti i settori lavorativi, compreso quello della politica».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci