Il Premio Bontà di Sant'Antonio assegnato a suor Miriam, anima di Casa Priscilla

Sabato 18 Maggio 2024 di Alberto Zuccato
Suor Miriam fondatrice di Casa Priscilla

PADOVA -  Dagli anni ’70 l’Arciconfraternita di Sant’Antonio di Padova, secolare realtà associativa della Pontificia Basilica di Sant’Antonio, organizza il “Premio della Bontà Sant’Antonio di Padova”. Annualmente si premiano singole persone o gruppi che si siano particolarmente distinti per atti di bontà compiuti nella vita di tutti i giorni. Al Premio della Bontà si associa normalmente anche un concorso nazionale per gli allievi delle scuole elementari e medie: in quest’anno scolastico la parte concorsuale è stata rinviata così da non far cadere la 50esima edizione con il prossimo anno giubilare. C’è infatti il desiderio di portare il Premio della Bontà in Vaticano chiedendo un’udienza particolare a Papa Francesco nel corso del 2026.
Quindi la serata di premiazione in programma sabato 25 maggio alle 21 nella Basilica del Santo vedrà la consegna del riconoscimento a due premiati: l’italiana Maria Parolin, conosciuta come suor Miriam, fondatrice di Casa Priscilla una realtà associativa patavina pluridecennale che offre supporto a minori, mamme, donne maltrattate e nuclei familiari in difficoltà, 365 giorni l’anno 24 ore su 24. Partita da un piccolo appartamento a Voltabarozzo, con l’aumento del numero di mamme e bambini ospitati si trasferisce nel 2001 nella sede di via Crescini. Nel dicembre 2023 è stata inaugurata la nuova sede di Casa Priscilla in un’area di 1.300 mq in via Vlacovich che consentirà all'organizzazione di quadruplicare il servizio di accoglienza. Suor Miriam ha basato la sua vita su carità, condivisione e amore, concetti che trasmette a chi le si avvicina e che abbattono molte barriere.
L’altro premiato è lo spagnolo Julián Garcia-Anton, il portinaio eroe di Valencia che ha contribuito a salvare gli inquilini del condominio di quattordici piani ove svolgeva il proprio lavoro nel tragico incendio divampato nel febbraio scorso.

Rendendosi conto di quanto stava accadendo Julián è salito scala per scala, e ha bussato porta per porta per avvisare i condomini e salvandone la gran parte. La cerimonia si svolgerà all’interno del Santuario antoniano, accompagnata da una performance musicale offerta dall’Orchestra giovanile “Diego Valeri”, con ingresso libero e gratuito sino ad esaurimento posti disponibili. La serata sarà condotta dal Priore dell’Arciconfraternita di Sant’Antonio Leonardo Di Ascenzo e consentirà l’ascolto di musiche di Vivaldi, Sibelius, Mozart, Bruch, Brahms e Meyer.

Ultimo aggiornamento: 20:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci