Suicidio a Montagnana. L'amico 17enne stroncato da una malattia fulminante sconosciuta, lui va al funerale e poi si toglie la vita

Era sparito da lunedì ed è stato trovato nell'attività di famiglia. La scomparsa di Giovanni Beltrame lo aveva colpito nel profondo, in più aveva scoperto di soffrire di una malattia autoimmune

Mercoledì 17 Aprile 2024
Suicidio a Montagnana - Foto di Rudy and Peter Skitterians da Pixabay

PADOVA - Malato e addolorato per la morte dell'amico Giovanni Beltrame: 22enne si toglie la vita. Il fatto è avvenuto nella bassa Padovana, dove nella mattinata di ieri è stato rinvenuto il corpo di un ragazzo della zona.

A fare la tragica scoperta sarebbero stati i parenti, che non avevano notizie di lui dalla serata di lunedì e avrebbero trascorso tutta la notte a cercarlo.


Il giovane si sarebbe volontariamente allontanato dalla sua abitazione e avrebbe raggiunto un locale proprietà della sua famiglia, non distante dal luogo dove il padre e la madre gestiscono la loro attività in proprio. Sul posto sono intervenuti i sanitari del Suem, che però non hanno potuto far nulla per salvare il ragazzo, morto da ore. I rilievi sono stati effettuati dai carabinieri della locale stazione.


La storia di questo giovane è quella di un ragazzo fortemente provato dagli eventi. Solo lunedì aveva partecipato ad Urbana alle esequie di Giovanni Beltrame, il 17enne morto a causa di una malattia fulminante rimasta tutt'ora senza nome. I due ragazzi si conoscevano bene e il 22enne sarebbe rimasto profondamente colpito dalla vicenda. La situazione sarebbe ulteriormente complicata dal fatto che il ragazzo aveva scoperto di soffrire di una grave malattia autoimmune a carico dell'apparato digerente. Nonostante le molte amicizie e il sostegno continuo dei genitori, il ragazzo probabilmente non ha retto al forte stress e si è tolto la vita. La comunità del suo paese e i suoi conoscenti sono immersi da un profondo dolore.
G.B.

Con “Sos Suicidi” chiunque può ricevere supporto e aiuto psicologico per
superare momenti difficili. Sono infatti attivi alcuni numeri verdi a cui
potersi rivolgere: Telefono Amico 02 2327 2327. o Whatsapp al 345/0361628;
Telefono Azzurro 1.96.96; Progetto InOltre 800.334.343; De Leo Fund
800.168.678.

Ultimo aggiornamento: 19 Aprile, 08:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci