LA DIRETTA

Angelo Onorato arrivato solo nel luogo di ritrovamento. La moglie: «Mi disse di avere problemi di lavoro»

Autopsia prevista tra oggi pomeriggio e domani

Lunedì 27 Maggio 2024

La moglie: mi disse di avere problemi di lavoro

L'eurodeputata Francesca Donato avrebbe riferito alla Polizia, durante l'interrogatorio di sabato sera, che il marito Angelo Onorato, trovato morto nella sua auto con una fascetta stretta attorno al collo, nei mesi scorsi le aveva detto di avere problemi di lavoro.

La donna non avrebbe insistito e la conversazione si sarebbe chiusa.

Trovato morto in auto: arrivato solo in luogo ritrovamento

È arrivato da solo in auto sul luogo in cui poi è stato trovato morto con una fascetta stretta attorno al collo Angelo Onorato, imprenditore palermitano e marito dell'eurodeputata Francesca Donato, il cui corpo senza vita è stato scoperto sabato in via Minutilla. Lo dicono le telecamere della zona che hanno ripreso il veicolo mentre si avvicinava al tratto di strada in cui è stato trovato, tratto che, però, è in una zona cieca, non ripresa dalle videocamere. La circostanza avvalora ulteriormente la tesi del suicidio, tranne ipotizzare che l'uomo avesse un appuntamento proprio nei metri non inquadrati con qualcuno arrivato lì a piedi che poi si sia allontanato sfuggendo alle riprese. Nessun'auto, infatti, testimoniano le telecamere, si è fermata dove è stato ritrovata la Range Rover col corpo dell'architetto. 

Fascicolo aperto per omicidio

È iscritto per omicidio il fascicolo di indagine aperto dalla procura di Palermo dopo la morte di Angelo Onorato, l'imprenditore, marito dell'eurodeputata Francesca Donato, trovato senza vita con una fascetta stretta al collo, nella sua auto sabato scorso. I magistrati continuano a propendere per la tesi del suicidio, anche se il motivo del gesto è tutt'altro che chiaro. L'iscrizione per omicidio è un atto dovuto vista la necessità di compiere gli accertamenti, alcuni irripetibili, come l'autopsia. I familiari dell'architetto continuano a ribadire però di non credere alla tesi del suicidio e a sostenere che l'uomo sia stato ucciso

"Qualcuno mi vuole male"

Al centro del giallo, una lettera scritta a febbraio e data all’amico avvocato giovedì. La famiglia: la chiave in una richiesta di risarcimento per un capannone costruito a Capaci. Stando a quanto riporta La Repubblica, nella lettera che Onorato ha lasciato l'avvocato ci sarebbe scritto «qualcuno mi vuole male»

Francesca Donato: un momento devastante, evitare speculazioni

«Sto vivendo i momenti più difficili e devastanti della mia vita. Il dolore è inimmaginabile. Prego tutti di astenersi da speculazioni sulle cause della morte di mio marito. Ci sono indagini in corso, lasciamo lavorare la polizia». A scriverlo su X è l'europarlamentare Francesca Donato, che aggiunge: «Ringrazio dal profondo del cuore tutti coloro che in queste ore tremende hanno avuto parole di affetto per il mio adorato Angelo e hanno mostrato vicinanza e solidarietà per la mia famiglia. Sono tantissimi e ognuno è prezioso per me». Angelo Onorato è stato trovato cadavere sabato scorso nella sua auto nella zona di via Ugo La Malfa, a Palermo, con una fascetta di plastica stretta intorno al collo. A trovare il corpo senza vita dell'uomo sono state proprio Donato e la figlia. Sulla vicenda indaga la Squadra mobile.

 

L'autopsia tra oggi e domani

Sarà l'autopsia, che sarà eseguita tra oggi pomeriggio e domani mattina, a chiarire i contorni della morte di Angelo Onorato, l'imprenditore 55enne palermitano, marito della europarlamentare Francesca Donato, trovato senza vita sabato pomeriggio nella sua auto, con una fascetta di plastica stretta attorno al collo. Al momento le piste investigative seguite dalla Procura sono il suicidio e l'omicidio. Dall'esame autoptico, che sarà eseguito all'Istituto di Medicina legale del policlinico, dove si trova la salma dell'uomo, si potranno avere alcune risposte.

Angelo Onorato morto a Palermo, cosa succede? Le notizie di oggi, 27 maggio: si attende l'autopsia.

Ultimo aggiornamento: 28 Maggio, 09:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci