Neonato morto trovato su una nave da crociera al largo dell'Argentario, fermata la madre per omicidio

I colleghi hanno dato l'allarme domenica sera quando la nave, battente bandiera delle Bamahas, incrociava al largo dell'Argentario

Lunedì 20 Maggio 2024
Neonato morto trovato su una nave da crociera, madre fermata per omicidio al largo dell'Argentario

Lo hanno trovato sul lettino a castello in una cabina, quella assegnata alla madre. Ormai privo di vita, arrotolato in alcuni lenzuoli. Quel bambino era nato da due giorni e ora il suo decesso è diventato un giallo che ha reso triste la navigazione della nave da crociera Silver Whisper mentre domenica incrociava le acque del Tirreno al largo dell'Argentario (Grosseto).

Una giovane donna filippina di 28 anni, addetta alle cucine, appartenente all'equipaggio, ha partorito venerdì pomeriggio sull'imbarcazione un bambino, che è poi morto. Secondo prime indicazioni era nato due giorni prima. La madre è stata fermata in carcere dai carabinieri su decreto della procura di Grosseto. Successivamente sono state fermate anche due sue colleghe, che dividevano con lei la cabina. Gli inquirenti le accusano di omicidio volontario.

L'arresto

Dopo un ricovero all'ospedale di Grosseto, dove l'hanno portata in stato di choc, oggi la 28enne è stata trasferita nel carcere di Sollicciano a Firenze in attesa dell'udienza di convalida del fermo. Lo stesso è accaduto per le due colleghe, una keniana e una sudafricana: per gli inquirenti, secondo quanto appreso, avrebbero aiutato la 28enne a partorire e nascosto il corpicino del neonato al resto dell'equipaggio. Da quanto appreso il piccolo sarebbe stato anche nascosto in un armadietto. Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Giovanni Di Marco, sono condotte dai carabinieri di Orbetello. Sembra che a bordo la donna abbia tenuto nascosta la gravidanza, forse temendo di perdere il lavoro. E quando il bambino è nato, lei non avrebbe chiesto aiuto a nessuno, ma lo ha tenuto nella cabina di alloggio che divideva con altre colleghe. Tuttavia la voce della presenza di un neonato si sarebbe sparsa tra i marittimi, alcuni avrebbero udito vagiti provenire dalla cabina. Potrebbero essere circolate delle confidenze. La domenica però è scattato l'allarme, probabilmente perché il bimbo ha smesso di respirare.

Bimbo di un mese trovato senza vita sul lettino: probabile morte in culla

La ricostruzione

Quando è deceduto la madre avrebbe rivelato la situazione chiedendo aiuto. Il comandante della nave ha avvertito i carabinieri tramite l'ufficiale di bordo che tiene i collegamenti con le autorità a terra. I militari di Orbetello si sono diretti a tutta velocità in motovedetta verso la nave da crociera e hanno fatto la triste scoperta trovando il neonato nella brandina. I carabinieri hanno effettuato una serie di rilievi fotografici e sono state acquisite testimonianze. Dopo i controlli la nave ha ripreso la navigazione, ora risulta ferma a Portoferraio. A bordo la donna è stata trovata in stato confusionale ed è stata portata al pronto soccorso di Grosseto dove è rimasta fino alle dimissioni del pomeriggio. La procura ha poi deciso il fermo di polizia giudiziaria, stamani. La salma del bambino è all'obitorio ed è stata disposta l'autopsia. L'esame dovrà anche stabilire se la donna era al nono mese di gravidanza, oppure se il piccolo è nato prematuro e avrebbe avuto necessità di venire assistito con un'incubatrice. Un primo esame cadaverico esterno farebbe al momento escludere al medico legale che la morte sia stata causata da atti esterni come il soffocamento. I medici intervenuti sul posto non avrebbero trovato segni riconducibili a strangolamento. È plausibile, viene ipotizzato, che il bambino sia stato lasciato in cabina per ore, senza ricevere l'assistenza dovuta ad un neonato e soprattutto senza allattamento, elemento che emerge in ambienti vicini all'indagine. Forse la donna, a causa dei turni di lavoro, non ha potuto accudirlo con l'assiduità necessaria. Nessuno, almeno in base alle prime testimonianze prese finora dai carabinieri, si sarebbe accorto della sua gravidanza. Dopo l'udienza di convalida del fermo, si potrà capire probabilmente meglio come mai la donna abbia deciso di non rivelare niente ad alcuno. La nave Silver Whisper è unità destinata alle crociere di lusso. Costruita nei cantieri di Genova, batte bandiera delle Bahamas. Può accogliere 350 persone, di cui 280 dell'equipaggio che assicurano un servizio mirato a una clientela ristretta

Ultimo aggiornamento: 20:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA