L'INDAGINE

Angelo Onorato, sarebbe suicidio. Le telecamere avvalorano questa tesi. La lettera alla famiglia: «L'avvocato sa tutto»

Le indagini sulla fine dell'imprenditore 55enne, trovato senza vita nella sua auto a Palermo

Domenica 26 Maggio 2024

Le telecamere avvalorano la tesi del suicidio

Il suv di Angelo Onorato, l'architetto marito dell'europarlamentare Francesca Donato trovato morto in auto, era parcheggiato in un punto cieco tra due telecamere di sorveglianza.

Dalle registrazioni delle immagini è evidente che nessun veicolo si è fermato nei pressi del Range Rover del professionista perché tutte le macchine «filmate» sono passate in un tempo incompatibile con una sosta. Né è stato ripreso alcun passante a piedi. Le circostanze avvalorerebbero la tesi del suicidio, tranne ipotizzare che il killer si sia allontanato arrampicandosi sul muro, alto almeno due metri, che delimita l'autostrada per evitare di essere ripreso. 

Onorato a un parente disse: «Vado a risolvere una questione con una persona di Capaci, spero in maniera bonaria»

«Vado a risolvere una questione con una persona di Capaci, spero in maniera bonaria». Lo avrebbe detto a un parente, ieri, secondo quanto si apprende in ambienti vicino alla famiglia, Angelo Onorato, l'architetto marito della eurodeputata Francesca Donato, trovato morto nella sua auto a Palermo. L'uomo in mattinata sarebbe andato a prendere un familiare all'aeroporto e lo avrebbe poi portato ad una festa organizzata per un battesimo, in un comune vicino Palermo.

L'autopsia tra lunedì e martedì

Sarà eseguita tra domani e martedì l'autopsia sul corpo di Angelo Onorato, l'imprenditore 55enne palermitano, marito della eurodeputata Francesca Donato, trovato ieri pomeriggio senza vita. La Procura, che coordina l'inchiesta sulla morte di Onorato, ha disposto l'esame autoptico per chiarire le cause della morte dell'uomo, soffocato da una fascetta di plastica. Gli inquirenti stanno cercando di capire se si sia trattato di un suicidio o un omicidio.

Nessun segno di violenza, la tesi del suicidio

Nessun segno di violenza sarebbe stato trovato sul cadavere di Angelo Onorato, l'architetto marito dell'eurodeputata Francesca Donato trovato morto in auto con una fascetta stretta attorno al collo. Emerge dai primi accertamenti medico-legali sul corpo che si trova nell'istituto di Medicina legale del Policlinico di Palermo. Le analisi sembrerebbero propendere dunque per la tesi del suicidio. L'architetto aveva i mocassini sfilati dai piedi e una chiazza di sangue sulla camicia compatibile con il gesto estremo.

La lettera all'avvocato «che conosce tutta la situazione»

In una lettera Angelo Onorato, l'architetto marito dell'eurodeputata Francesca Donato, trovato morto ieri in auto, avrebbe scritto alla famiglia che stava affrontando un momento difficile e che se gli fosse successo qualcosa si sarebbero dovuti rivolgere all'avvocato «che conosce tutta la situazione». Il legale, un tributarista, è stato sentito ieri dalla polizia. Nel biglietto ci sarebbero anche indicazioni generiche su chi avrebbe potuto danneggiarlo.

Francesco Donato: «Mio marito Angelo non si è suicidato»

«Mio marito Angelo non si è suicidato». A ribadirlo all'Ansa stamattina attraverso alcuni amici è l'eurodeputata Francesca Donato. Sono state lei e la figlia Carolina a trovare ieri nel primo pomeriggio l'imprenditore, era al lato guida della sua vettura col capo riverso sul volante e una fascetta in plastica attorno al collo. Donato aveva detto subito che il marito era stato ucciso, ieri per l'intera giornata ha continuato a sostenerlo e a non credere al suicidio, una delle ipotesi al vaglio degli investigatori della squadra mobile che stanno indagando su delega della Procura di Palermo. 

Onorato, rilievi tutta la notte

Sono proseguiti fino a tarda notte i rilievi della Polizia scientifica sull'auto di Angelo Onorato, l'imprenditore 55enne, marito della eurodeputata Francesca Donato, trovato ieri pomeriggio senza vita, con una fascetta stretta attorno al collo. Il corpo senza vita dell'uomo è stato rimosso solo poco prima delle 23 e portato alla camera mortuaria del Policlinico. Con ogni probabilità domani verrà disposta l'autopsia sul suo corpo. Gli investigatori stanno cercando di fare luce su quanto accaduto ieri mattina nella bretella di viale Regione Siciliana.

La figlia di Onorato: "Papà non si è suicidato, è stato ammazzato"

«Sono state dette cose inesatte, quindi sento la necessità di specificare come stanno le cose: Mio padre non si è suicidato, è stato ammazzato, Non era una persona che avrebbe mai lasciato la sua famiglia così, e soprattutto, per come io stessa insieme a mia madre l'abbiamo trovato. Vi dico che non è stato un suicidio ma in omicidio ». A scriverlo, sui social, su sfondo nero, è Carolina Onorato, la figlia ventenne di Angelo Onorato, l'imprenditore trovato morto ieri pomeriggio da lei e dalla madre, l'eurodeputata Francesca Donato. L'uomo aveva una fascetta stretta al collo. Per gli investigatori non è chiaro se si sia ucciso o sia stato ucciso. «Che nessuno osi dire o anche solo pensare che mio padre si sia suicidato - prosegue la ragazza - Ringrazio davvero tutti per i messaggi di conforto personatemi se non rispondo».

Francesca Donato e la figlia ventenne ascoltate in Questura fino a tarda sera

Sono state ascoltate fino a tarda sera alla Squadra mobile di Palermo l'eurodeputata Francesca Donato e la figlia ventenne, Carolina Onorato, le due donne che hanno trovato il corpo senza vita di Angelo Onorato, marito della politica, in una bretella di viale Regione Siciliana a Palermo. L'imprenditore 55enne era atteso ieri per pranzo ma intorno alle 14.30 moglie e figlia, non avendo sue notizie né messaggi, hanno provato a rintracciarlo con il localizzatore dello smartphone trovando il corpo dell'uomo nella sua auto, una Range Rover scura, con la cintura ancora allacciata e una fascetta stretta al collo. Per il medico legale la morte sarebbe dovuta a soffocamento, ma non si sa al momento se è stato un omicidio o un suicidio. Il Procuratore aggiunto Ennio Petrigni, che coordina l'inchiesta, sta indagano e le ipotesi sono diverse. Gli investigatori hanno chiesto a Francesca Donato e alla figlia Carolina quali sono stati gli ultimi movimenti della vittima, ma anche se c'erano stati problemi di recente. Sembra che l'uomo avesse confidato a qualche amico una preoccupazione economica. Francesca Donato ha ribadito alla Polizia che il marito non si sarebbe «mai ucciso» e che «è stato ammazzato». La Squadra mobile, diretta da Marco Basile, ha ascoltato fino a tardi anche amici e parenti dell'uomo. I rilievi della Polizia scientifica sono proseguiti fino a tardi.

 

 

L'amico avvocato e la lettera ricevuta da Onorato

È stato sentito fino a tardi, ieri sera, negli uffici della Squadra mobile di Palermo, un amico avvocato di Angelo Onorato, l'imprenditore 55enne trovato senza vita nella sua auto, una Range Rover, in una bretella di Viale Regione Siciliana a Palermo. L'uomo, marito della eurodeputata Francesca Donato, che ha trovato il cadavere, aveva una fascetta stretta attorno al collo. È stato lo stesso legale, come sembra, a presentarsi agli investigatori, per dire di avere ricevuto tempo fa una lettera dallo stesso Onorato. Top secret il contenuto della lettera. Ma pare che parlasse di qualche problema economico per dei contenziosi con alcuni debitori. Ieri mattina Onorato avrebbe avuto un appuntamento di lavoro con un uomo tra Carini e Capaci (Palermo). Alle 14.30 la macabra scoperta della moglie e della figlia di Onorato.

Il caso di Angelo Onorato, l'imprenditore 55enne trovato senza vita nella sua auto, una Range Rover, in una bretella di Viale Regione Siciliana a Palermo. Il corpo era nella sua auto, con una fascetta stretta al collo. La morte per soffocamento ma sarebbe stato trovato del sangue. Cosa succede e cosa non torna. Gli aggiornamenti di oggi, 26 maggio.

Francesca Donato, il marito Angelo Onorato morto a Palermo: «Me l'hanno ammazzato». Trovato in auto con una fascetta al collo

Ultimo aggiornamento: 14:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA